Cappella Maggiore

Camere commercio: Udine e Pordenone trovano accordo

La Camera di Commercio di Pordenone e quella di Udine costituiranno nel breve, fatte salve le reciproche prerogative di autonomia - anche nella gestione dei rispettivi patrimoni mobiliari e immobiliari, nonché nel mantenimento dei livelli occupazionali - un unico ente pro-tempore, in attesa che la Regione, tramite la costituenda commissione paritetica avochi a sé le competenze in materia, determinando una volta per tutte sorti e pesi del sistema camerale del Fvg. Si chiude così una querelle che dura da oltre un anno, durante la quale Pordenone si è battuta inutilmente per un'unica Camera regionale, rifiutando l'accorpamento con Udine. La proposta di unione è stata formulata dalle associazioni di categoria pordenonesi a quelle della Sinistra Tagliamento. La Giunta camerale di Pordenone ha dunque deciso di rinunciare all'appello in Consiglio di Stato del 30 agosto prossimo, mentre Unindustria e Confartigianato Pordenone si sono impegnate a rinunciare alle altre azioni legali intraprese. (ANSA).

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie